La carbonara blog

Barcellona e Madrid avranno sedi operative derivanti dall'assorbimento di CaixaBank da Bankia

L'assorbimento di Bankia è stato approvato dagli azionisti di CaixaBank, in questo modo mancano solo le autorizzazioni dei regolatori perché la nuova banca diventi una realtà. I dirigenti di CaixaBank erano incaricati di convincere i loro azionisti del beneficio dell'operazione, senza aver ancora definito l'adeguamento del lavoro o della struttura, sebbene Jordi Gual Caixabank, evidenziato come "uno dei tratti più importanti e critici della ristrutturazione".

Quello che ci si aspetta è che la nuova entità diventi una realtà durante il primo trimestre. Sebbene entrambe le banche continueranno a operare separatamente fino alla fine del prossimo anno e Bankia finalmente scomparirà. A quel punto deve essere la più grande banca di cui dispone la Spagna, e con asset maggiori di 660.000 milioni di euro, 20 milioni di clienti e una quota di mercato che si aggira intorno al 25% nelle principali attività.

Durante il discorso tenuto alla riunione straordinaria che si è svolta a Valencia, Gortázar ha sottolineato che "stiamo lavorando sulla quantificazione del surplus di forza lavoro e sulle formule più appropriate dal punto di vista aziendale e personale". Ha anche aggiunto, che i costi di ristrutturazione per CaixaBank “sono stati stimati a 2.200 milioni di euro ".

Magnitudini

Considerando che la nuova banca diventerà la più grande in Spagna, avrà un patrimonio di più di 660.000 milioni. Sulla base dei calcoli dei sindacati, in congiunzione, A causa della loro età, i lavoratori delle due società sarebbero per alcuni in età di pensionamento anticipato 7.500, che si traduce come 15% Del modello, fatto da 51.000 persone.

Si tratta di una fusione approvata da 99,71% dei partecipanti alla riunione. Criteri, che è il braccio di investimento della Fondazione bancaria La Caixa, è il principale azionista e ha il 40% di azioni.

D'altra parte, l'Amministratore Delegato non ha chiarito dubbi su quale delle due sedi operative del gruppo (quello di Barcellona e quello di Madrid) sarebbe il preponderante sull'altro. Anche se Gortázar ha affermato che “la società manterrà la sua sede a Valencia, e ci sarà una doppia sede operativa a Barcellona e Madrid ". Il progetto definitivo del peso di ciascuna sede operativa sarà della massima importanza al fine di definire l'adattamento, poiché si prevede che ci saranno duplicazioni nei servizi centrali, come è successo in tutte le fusioni bancarie.

Presidente

Gual sottolinea che la banca ha anticipato l'ondata di ristrutturazione. Prima di iniziare il discorso di Gortázar, il presidente della banca, Jordi Gual, ha sottolineato l'operazione con Bankia in riferimento alla situazione di bassi tassi di interesse, la digitalizzazione del business e i costi della nuova regolamentazione bancaria.

Da parte sua, Gual, che cesserà da presidente quando sarà sostituito da José Ignacio Gorigolzarri (Presidente di Bankia), Ha osservato che le autorità di vigilanza e regolamentazione "hanno ripetutamente chiesto che la concentrazione delle banche in Europa aumenti di scala e migliori l'efficienza". Secondo te, CaixaBank “ha anticipato” attraverso questa integrazione l'ondata di ristrutturazione in cui è immerso il settore.