La carbonara blog

L'abrogazione della legge sull'aborto del 2015 con cui le minorenni possono interrompere liberamente la gravidanza

Il ministro ha annunciato nei giorni scorsi al Congresso dei Deputati l'imminente abrogazione della Legge Organica sull'Interruzione Volontaria della Gravidanza di 2015 con l'obiettivo di garantire il diritto a “tutte le donne a decidere liberamente” del suo corpo e della sua maternità, ma anche per garantire loro l'accesso alle migliori tecniche contraccettive e ad un'educazione sessuale più efficace.

Afferma Montero: “I nostri corpi sono nostri, noi decidiamo”, dopo aver assicurato che questo diventi un ottimo strumento con cui viene assicurata l'uguaglianza tra uomini e donne, ponendo fine alla violenza sessista. In questo senso, sottolinea il ministro: “Noi rivendichiamo” il diritto di interrompere la gravidanza in sicurezza. “Noi rivendichiamo, come tante voci verdi e viola in tutti gli angoli del mondo, è stato rivendicato quel diritto che tutte le donne hanno di decidere sul proprio corpo e anche una maternità libera e determinata e soprattutto una vita sessuale piena e libera”.

In mezzo a tutto, L'obiettivo principale di questo cambiamento è quello di sostenere la piena libertà di tutte le donne di abortire, eliminando l'obbligo per i minori di anni 16 e 17 anni di età di avere il consenso dei genitori se il tuo desiderio è di interrompere la gravidanza.

Supporto ERC e opposizione VOX

Dopo l'annuncio del ministro per le pari opportunità, I portavoce dei gruppi parlamentari sono stati colti di sorpresa, che sono riusciti a malapena a fare riferimento, nel corso del dibattito, per scopi governativi. Tuttavia, Per quanto riguarda il rappresentante del CER, questo ha fornito in anticipo “tutto il tuo supporto” per la modifica, Non è il caso del portavoce di Vox che ha criticato il fatto che si stia sfruttando un momento come il presente, pandemia, per aprire un dibattito intriso di ideologia, secondo la tua opinione. Per quanto riguarda il PNV, Ha espresso i suoi dubbi riguardo all'annuncio, soprattutto quando si tratta di cambiare una legge che, secondo il nazionalismo basco, ci è voluto molto per essere d'accordo.

Per quanto riguarda la legge che l'Esecutivo intende rivedere, questo stabilisce la possibilità di abortire liberamente durante il primo 14 settimane di gravidanza. Dopo, Fino alla settimana 22 gestazione, se si verifica una delle seguenti due ipotesi: che esiste un serio rischio per la vita o la salute della donna incinta, o che esiste il rischio di gravi anomalie nel feto.

Se è passato più tempo della ventiduesima settimana, la legge prevede due casi eccezionali di interruzione della gravidanza, dove il primo si riferisce a quei casi in cui vengono rilevate anomalie fetali incompatibili con la vita e i casi in cui viene rilevata nel feto presenta una malattia estremamente grave e incurabile al momento della diagnosi e in tal modo confermata da un comitato clinico.