La carbonara blog

Le grandi domande sul coronavirus

Ed è quello, col passare del tempo e la pandemia progredisce, I ricercatori si concentrano sull'accelerare la ricerca di risposte a così tante domande sorte a seguito della pandemia. In tutto il mondo, molti ricercatori si sono dedicati a trovare quello che può combattere COVID-19.

Sei mesi dopo l'inizio della pandemia, solo nove di più di 200 che sono stati presentati come possibili vaccini, sono ora nella fase finale degli studi clinici per determinare la loro protezione per le persone dall'infezione da coronavirus. Di fronte a una situazione del genere, vari esperti lo hanno previsto forse entro la fine di quest'anno, o forse presto 2021, è quando ci sarà un'opzione che è sicura e più efficace.

Secondo le parole di Barry Bloom, che è un professore di immunologia e malattie infettive e anche un ex preside della Facoltà di sanità pubblica T.H. Chan Harvard University, “El mundo científico trabaja a una velocidad astronómica”, in un recente webinar.

Ma oltre a sviluppare un farmaco, Sono stati compiuti anche grandi sforzi per accelerare la produzione e la distribuzione di questi vaccini.. Poi, Daremo uno sguardo ai possibili vaccini che sono stati sviluppati contro il coronavirus.

Cosa possiamo chiamare esattamente vaccino?

Parla del vaccino, è riferirsi a qualcosa che può aiutare una persona a sviluppare l'immunità a una malattia infettiva. Funziona introducendo intenzionalmente nel corpo una forma inattiva di un germe che funziona come causa di alcune malattie, qualcosa di simile.

Questa azione sarà responsabile della stimolazione della produzione di anticorpi da parte del sistema immunitario, avviare il lavoro delle proteine ​​che collaborano alla protezione della persona contro una futura infezione, in caso di mai incontrare il vero germe.

Nel caso del coronavirus, un vaccino renderebbe una persona resistente a un'infezione causata dal virus e dalla malattia che provoca, il minimo, puede hacer que una persona que se haya infectado presenteun curso más corto de dicha enfermedad o al menos que no sean tantas las complicaciones.

Vaccini più avanzati contro il coronavirus

Da quando sono stati sviluppati solo vaccini contro il coronavirus 3 che sono state considerate le più avanzate, un vaccino di Moderna e del National Institutes of Health (NIH); uno da BioNTech e Pfizer; e uno da AstraZeneca e dall'Università di Oxford. Cosa rende speciali questi vaccini, è che il 3 sono in fase 3 da studi clinici statunitensi. Questo è un momento in cui si mettono davvero alla prova, secondo il Dr. William Schaffner, che è uno specialista in malattie infettive e anche, Professore di Medicina Preventiva alla Vanderbilt University School of Medicine.